Nel cuore della Basilicata, l’Agriturismo Il Querceto, situato al centro del Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, è l’inizio di un viaggio ai vicini santuari della natura. Visita il parco archeologico dove si trova l’antica città romana di Grumentum, passeggia lungo il lago Pietra del Pertusillo, prendi parte a un’escursione nei boschi del Volturino, sali su fino al Monte di Viggiano per vedere il Santuario della Madonna Nera, esplora i borghi della vecchia Marsicovetere, spingiti fino a Padula per vedere la sua Certosa, cammina lungo il Ponte Tibetano a Sasso di Castalda e ammira la vista della valle in cima alla Serra di Calvello.

Adagiati ai piedi di un bosco di querce, i grandi casali di pietra, usati in passato per le attività agricole, sono stati progettati e ristrutturati rendendo il Querceto un luogo ideale per un soggiorno all’insegna dell’ecologia e per la scoperta di un nuovo stile di vita.

Biodiversità

La gestione agricola viene portata avanti con la coltivazione di varietà tradizionali di frumenti teneri, duri e miscugli di popolazioni evolutive resilienti rispetto ai cambiamenti climatici. Questa metodologia è denominata miglioramento genetico evolutivo e si compone attraverso l’ibridazione naturale in modo da ottenere nuove varietà che si adattano all’ambiente e costituiscono un patrimonio importante per la biodiversità, qualità e salute.

La coltivazione del suolo viene supportata dai sovesci costituiti da numerose specie di piante: leguminose, graminacee, crocifere, poligonacee (…), per assicurare la fertilità, la struttura e migliorare la microbiologia del suolo.

La sperimentazione di varietà locali ortive in pieno campo, piccoli frutti ed erbe officinali, avviene in collaborazione con la RSR (Rete Semi Rurali ) e CREA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria). Le attività connesse all’agricoltura e alla gestione del bosco valorizzano la presenza di un elevato valore naturale e di elementi essenziali di biodiversità, che includono la coltivazione di ulivi e di antichi alberi da frutta costituiti da varietà ricercate nel territorio e nel sud Italia.

Luogo di creazione, conservazione e trasmissione di uno stile di vita conforme alle più profonde esigenze dell’uomo, da sempre offre ospitalità e promuove gruppi di ricerca e benessere.

Nella valle a semi-luna disegnata dal profilo della Civita, i fabbricati in pietra riservati all’ospitalità sono stati ristrutturati secondo i principi della Bioarchitettura.

Di madre in figlia

Il passato, il presente e il futuro si rincorrono e si incontrano al Querceto. Una famiglia matrilineare dove di madre in figlia si trasmettono i valori di amore e rispetto per la terra, per gli animali e per tutti gli esseri. Valori trasmessi da nonna Maria a Nancy, la voglia di superare i limiti imposti dal senso comune e dalla banalità da Nancy a Francesca.

Come un cerchio che si rinnova e trasforma, Francesca ha percorso questa esperienza, ricercando modelli e sperimentando processi evolutivi. Ora come da tradizione sua figlia Dafne porta avanti il lavoro che viene trasmesso di madre in figlia.

“Potenziare, replicare e valorizzare una rete di nuovi “AgriCultori” e di “eccellenze rurali”

Cosa si trova

L’armonia è quello che coltiviamo costantemente, attraverso la cura dei luoghi e degli spazi. L’autenticità è uno stile di vita alternativo basato sulla verità e principi etici.

Dove siamo